Oggi è il Mobilegeddon di Google. In Italia quasi nessuno è pronto al nuovo algoritmo per il mobile.

Nel precedente articolo vi avevamo avvisato dell’algoritmo messo in piedi da Google per valorizzare i siti web mobile friendly ai danni di quelli che hanno solo la versione desktop, e dunque sul cellulare perde in rapidità di caricamento e usabilità. La data è oggi, il 21 aprile. Gli esperti di seo, ovvero quell’insieme di tecniche per migliorare la visibilità dei siti sui motori di ricerca, la chiamano Mobilegeddon. Google ha messo a disposizione un tool, a questo indirizzo, per vedere se un sito è pronto o no per il mobile, e se dunque deve preoccuparsi o meno dal nuovo algoritmo. Si verifica facilmente che i siti che dovranno correre ai ripari non sono pochi. Si stima che il 67% non supera il test. Un esempio eclatante è quello di Governo.it, i sito del governo italiano, il quale risulta non essere adeguato perché «il testo è troppo piccolo da leggere, i link sono troppo vicini l’uno da l’altro e l’area visibile su dispositivi mobili non è impostata». Non resta che adeguarsi ai requirements della casa di Montain View per restare nelle prime pagine del motore di ricerca e non perdere la visibilità online.


Leave a comment